Chi siamo

Chi siamo

Invenzione e immaginazione poetica sono i punti di forza del lavoro della Compagnia Corona.

Roberto Corona, attore e autore di teatro, inizia l’attività professionale nel 1981. La compagnia nasce nel 1989 in occasione della vincita del premio nazionale ETI Scenario. La collaborazione con artisti diversi e la sperimentazione di altri linguaggi portano la Compagnia Corona a vincere altri tre premi nazionali, l’ultimo nel 2004, e ad avere grande riconoscimento all’estero.

Proprio in quell'anno, grazie all’incontro con l’attrice e danzatrice Benedetta Brunotti, (formatasi coi maestri del Teatro Tascabile di Bergamo) la Compagnia intraprende un percorso artistico che la fa uscire dagli spazi propri del teatro. La nuova ricerca porta alla creazione di eventi e di spettacoli di piazza, legando le emozioni delle immagini, alla danza e alla commistione di musica contemporanea e lirica dal vivo, dove vengono coniugate con estrema poesia l’ingegnosa fantasia e l’invenzione delle singolari macchinerie teatrali di Roberto Corona.

Grazie alla preziosa collaborazione di ballerini, musicisti e cantanti di livello internazionale si è realizzato nel 2006 il particolarissimo evento di piazza: “Tempus Fugit”. Tutte le più importanti città in Italia hanno presentato lo spettacolo nelle proprie notti bianche; numerosi i festivals e le rassegne che lo hanno promosso in apertura o chiusura degli eventi in Italia e all'estero.

La fortunata e ricca collaborazione artistica col Maestro Massimo Cottica (concertista di fama internazionale e docente di musica da camera al Conservatorio di Piacenza) vede la Compagnia impegnata con alcune grandi Orchestre, tra le quali l'Orchestra Sinfonica Verdi di Milano e tante altre. Nascono così gli spettacoli “Wolfi” (2005), scelto da Mozart Ways (2011-2012) per portare l'immagine di Mozart in tutta Europa, “Quadri di un'Esposizione” (2007) e il “Ludwig” (2010), con il contributo della Regione Lombardia e della Fondazione Cariplo.

Attualmente il regista Roberto Corona e lo staff artistico stanno lavorando alla realizzazione di nuovi spettacoli per grandi eventi, caratterizzati, come di consueto, dalla spettacolarità dei costumi dal contrasto tra musica elettronica e lirica dal vivo e delle stravaganti macchine sceniche. Numerose sono le recensioni stampa italiana ed estera dove è particolarmente apprezzata oltre alla poesia l'estrema originalità artistica. Tutte le informazioni sul sito www.corona-events.com

I Pilastri della Compagnia:

Roberto Corona, autore, attore e regista, lavora nel Teatro Ragazzi e nel Teatro di Ricerca dal 1981. Nato come disegnatore e progettista, incontra presto il mondo del Teatro:

Prima con il “Teatro del Sole” (storica Compagnia di Teatro Ragazzi in Italia), poi con la Compagnia “Corona Gherzi Mattioli” (riconosciuto come uno dei migliori gruppi di sperimentazione teatrale degli anni '90) ed attualmente con la “Compagnia Teatrale Corona”, con la quale sviluppa e condivide una propria ed originale linea creativa gratificata da numerosi riconoscimenti in Italia, ETI-Scenario e più volte ETI-Stregagatto, ultimo nel 2004 come miglior attore e all'estero, dove alcuni dei suoi testi sono rappresentati da quindici anni.

Fin dai suoi primi spettacoli privilegia le tematiche sociali legate al mondo dell’infanzia e dei giovani, con il desiderio di comunicare attraverso la proposta di un teatro accessibile a tutti, immediato, comico e poetico.

La sua attività produttiva è inoltre affiancata ad un intenso lavoro di ricerca con gruppi giovani dei centri sociali, con gruppi di genitori, con docenti delle scuole, nelle carceri e in strutture psichiatriche, spesso avvalendosi della collaborazione di psicologi e pedagoghi.

Massimo Cottica si è avvicinato alla musica e al pianoforte grazie alla pazienza e al talento didattico e artistico di Pierluigi Bozzi e di Alberto Colombo.

Al termine della formazione accademica al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano ha studiato con Andrè Marchand frequentando la Musikhochschule di Stoccarda dove ha conseguito il Diploma Superiore di Perfezionamento. Alla sua formazione pianistica hanno contribuito in modo rilevante Aldo Ciccolini e György Sándor e, per la composizione, Bruno Zanolini.

Dal 1985 ha cominciato la carriera solistica nella Sala Grande "Giuseppe Verdi" del Conservatorio di Milano accompagnato dall'Orchestra dei Pomeriggi Musicali. Ha collaborato alle master classes tenute da James Galway a Weggis (CH), di Siegfried Palm a Perugia ed è assistente dei corsi tenuti da Konrad Richter dedicati al repertorio liederistico tedesco.

Ha vinto diversi concorsi pianistici e cameristici s ia nazionali che internazionali e nel luglio 1992 gli è stato assegnato il "Diploma di Merito" della Accademia Chigiana di Siena in qualità di compositore.